Bonus Facciate 2020

INFORMATIVA BONUS FACCIATE 2020

La legge di bilancio 2020 ha istituito l'agevolazione fiscale definita “BONUS FACCIATE” (articolo 1, commi 219-224, Legge n. 160/2019).
Si tratta di una detrazione d'imposta, da ripartire in 10 quote annuali, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 per interventi – compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna – finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti situati in determinate zone.
La norma prevede quindi che condizione necessaria per avere diritto al “bonus” è che gli edifici siano ubicati nelle zone A o B (indicate nel decreto del ministro dei Lavori pubblici n. 1444 del 1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.
A tal proposito, la circolare esplicativa n. 2/2020 dell'Agenzia delle Entrate precisa che l'assimilazione alle zone A o B della zona territoriale nella quale ricade l'immobile oggetto dell'intervento dovrà risultare dalle certificazioni urbanistiche rilasciate dagli enti competenti.
Verificato alla luce di quanto sopra quanto segue, ai soli fini dell’applicazione dell’articolo
1, commi da 219 a 224 della legge 27 dicembre 2019 n. 160, ed ai sensi della Delibera di Giunta Comunale n. 142/2020 si precisa che:

1. la zona identificata quale: ‘Area A – Nucleo di antica formazione’ del vigente Piano
delle Regole del PGT si può considerare assimilata alla zona omogenea prevista
alla lettera A) dell’art. 2 del D.M. n. 144/1968;

2. le zone identificate quali:
- ‘Aree B1 – Tessuto residenziale conchiuso’
- ‘Aree B2 – Tessuto a villini e palazzine’
- ‘Aree D1 – Insediamenti esistenti per la produzione manifatturiera industriale ed
artigianale’
- ‘Aree D2 – Insediamenti esistenti per la produzione terziaria di servizi’
si possono considerare assimilate alla zona omogenea prevista alla lettera B) dell’art. 2 del D.M. n. 144/1968.


Per richiedere la certificazione urbanistica attestante che l'edificio ricade in ambito del PGT assimilabile alle zone A o B di cui al DM n. 1444/1968, è possibile presentarla all’ ufficio protocollo del Comune di Arsago Seprio oppure inviare l'istanza via PEC all'indirizzo comunediarsagoseprio@legalmail.it. allegndo:
• n. 2 marche da bollo di 16,00 euro, nel caso di consegna digitale tramite PEC, allegando la Dichiarazione di pagamento dell'imposta di bollo, indicante il numero di serie delle marche da bollo; nel caso di consegna cartacea una dovrà essere applicata sul modulo di richiesta e una da consegnare al servizio Edilizia Privata al momento del ritiro del certificato.