Coleottero giapponese, segnalatelo

L’insetto rappresenta una minaccia per oltre 300 specie vegetali: chiunque lo avvisti è pregato di seguire le istruzioni che trovate in questo articolo

Da "La Provincia" di Giovedì 30 Luglio 2015

Occhio al coleottero giapponese: arriva dal Parco del Ticino l’appello rivolto ai gallaratesi affinché segnalino la presenza di questo insetto, che rappresenta una minaccia per oltre 300 specie vegetali.
Acero, glicine, rosa, rovo, tiglio, olmo, mais, pesco, soia e vite: sono queste le vittime predilette della Popilia Japonica, questo il nome scientifico dell’insetto che si sta diffondendo nel gallaratese.
Lo scorso anno, ricordano dal Parco, ne sono stati trovati esemplari a Vizzola Ticino, Lonate Pozzolo, Nosate, Castano Primo e Turbigo. I coleotteri adulti sono lunghi circa 1 centimetro, sono di colore verde metallico con riflessi bronzei e sono facilmente distinguibili dal maggiolino degli orti per la presenza di piccoli ciuffi bianchi ai lati dell’addome e nella parte terminale.
In caso di avvistamento, l’insetto è visibile fino a ottobre, la richiesta è quella di fotografare l’esemplare prima di eliminarlo, annotare su quale pianta è stato rinvenuto e inviare una segnalazione a popillia@parcoticino.it.